La spiaggia ci piace un SACCO – Comunità educativa “16 Agosto”

Si rinnova anche questa estate 2021 l’appuntamento con la riqualificazione delle spiagge per i ragazzi della comunità educativa “16 Agosto” di Bari

Anche in questo 2021, i dati diffusi dall’indagine Beach Litter non sono affatto incoraggianti. Emerge, infatti, che sulle nostre coste vi sono, in media, 783 rifiuti ogni 100 metri, uno dei dati più alti di tutta Europa.
La tipologia di materiali che ogni anno vanno ad inquinare le nostre spiagge sono svariati: plastica, vetro, metalli, gomma e tessili, cibo ed altri prodotti chimici e sintetici.
La bonifica delle spiagge diviene dunque un’operazione sempre più delicata, dispendiosa e difficile da completare a 360°. Molti di questi rifiuti finiscono, infatti, inevitabilmente in mare, dove il loro recupero e smaltimento diviene più improbabile, creando importanti danni ambientali nel breve e lungo termine. Le acque in cui noi stessi ci immergiamo sono sempre meno salubri, i pesci rimangono impigliati nei nostri rifiuti e degli stessi si nutrono, morendo così avvelenati o peggio ancora finiscono sulle nostre tavole.
Occorre dunque sensibilizzare i bagnanti di tutte le età affinchè questa situazione possa negli anni migliorare ed è necessario che ognuno di noi costituisca un esempio per il prossimo così da poter regalare alle generazioni future un mondo più pulito, partendo dalle piccole e significative azioni quotidiane.

È proprio questo il senso dell’iniziativa dei ragazzi della comunità educativa “16 Agosto” di Bari, ormai al secondo appuntamento annuale: unire l’utile al dilettevole, nel campo del sociale, anche durante la consueta pausa-vacanza estiva da tutte le attività in cui gli ospiti sono quotidianamente impegnati.

Anche quest’anno, i nostri ragazzi hanno, nel loro piccolo raccolto tanti rifiuti lasciati dai bagnanti più disattenti sul litorale metapontino, ove si erano recati per godere di qualche giorno di mare in totale relax e spensieratezza con il loro educatore Valerio, dando esempio a tutti dell’importanza del prendersi cura del nostro pianeta, degli spazi che occupiamo in qualità di ospiti e soprattutto che il bene fatto, torna sempre indietro.

Lorenzo Ursi, Educatore Comunità educativa “16 Agosto” di Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *