DON BOSCO SAVE MY SOUL – IL MUSICAL – Comunità “CasaGio”

“In ognuno di questi ragazzi, anche il più disgraziato, v’è un punto accessibile al bene. Compito di un educatore è trovare quella corda sensibile e farla vibrare.” Don Bosco

Aprendo la porta di CasaGio, la nostra casa famiglia di Foggia, questo è quello che si legge: una grande scritta sul muro che ci ricorda ogni giorno ciò in cui crediamo, il nostro carisma salesiano.

Questo credo non è soltanto una citazione o un semplice riferimento, ma uno stile di vita che si è concretizzato a pieno nel musical “Don Bosco Save My Soul”: lo spettacolo andrà in scena il 3 febbraio 2023 presso il Teatro del Fuoco di Foggia, ore 20.30.

L’idea di questo spettacolo nasce dalla volontà di poter raccontare, nel mese dedicato a Don Bosco, la sua storia attraverso gli occhi di quegli stessi ragazzi che sono stati l’anima del suo sogno e di tutto quello che successivamente ha realizzato e che ancora oggi, grazie a salesiani e laici, continua a vivere in tutto il mondo.

I protagonisti di “Save My Soul: Don Bosco il Musical” sono proprio i ragazzi accolti a CasaGio: tra scene esilaranti e commoventi, attraverso canti e balli che ci guideranno in fiume continuo di emozioni e ricordi.

La storia di un ragazzo che si troverà ad un bivio tra il bene e il male, ad affrontare se stesso e i suoi demoni, ma mai solo: accompagnato da  uno strano trio di angeli che lo guiderà nel viaggio verso la scoperta della sua “corda sensibile”.

Il ricavato dello spettacolo sarà interamente devoluto alla casa famiglia comunità-alloggio CasaGio di Foggia, una delle otto comunità per minori dell’Associazione Piccoli Passi Grandi Sogni che opera in tutto il sud Italia, in particolar modo con le sue case in Campania e Puglia.

Lo spettacolo segue una linea narrativa che ritroviamo anche nelle storie di vita dei nostri ragazzi: storie di riscatto, dolore, speranze e delusioni, momenti di vita in cui sembra non ci sia via di fuga a quel buio che prende il sopravvento quando ci troviamo a guardare ancora una volta una barca piena di migranti in mezzo al mare, un giovane che nuovamente sta per compiere una scelta sbagliata, una famiglia che sembra sempre più lontana.  In questo viaggio di fantasia, che poi fantasia non è, ci auguriamo di poter essere quella luce che dona speranza e salvezza e perché no, qualche momento di sana allegria.

Vi aspettiamo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *